I concetti di supporto e resistenza nel Forex Intraday

14/01/2017   /   byEconomy Blogger  / Categories :  Economia & Finanza
concetti di supporto e resistenze

Per tutti i trader che si avvicinano al mondo dell’investimento online intraday e di breve termine, il concetto di supporto e quello di resistenza rappresentano un mix di termini con i quali sarebbe opportuno entrare quanto prima nella dovuta confidenza e consapevolezza.

Cerchiamo allora, in riferimento a una valida strategia Forex intraday, di comprendere che cosa si intenda per supporto e per resistenza, invitandovi poi ad approfondire ulteriori spunti domandandoceli tra i commenti di questo post.

Cosa è il supporto

Cominciamo con il definire brevemente che cosa si intenda per supporto. Il supporto è una retta presente nel vostro grafico di analisi tecnica, e che delimita l’andamento del prezzo unendo una serie di punti minimi del grafico: si tratta idealmente di una retta che l’andamento del valore dell’asset di riferimento non riuscirà a infrangere al ribasso e che, se infranta, sarà in grado di costituire un importante indicatore.

Cosa è la resistenza

Di contro, la resistenza è una linea che mette in comunicazione – all’opposto del supporto – i punti massimi di un grafico in un determinato arco temporale. La linea in questione dovrebbe idealmente rappresentare un prezzo che l’andamento del valore dell’asset di riferimento non riesce a superare e che, se superata, è corrispondente a importanti significati sul fronte del trend futuro.

Come usare supporti e resistenze

A questo punto, potrebbe essere utile domandarsi in che modo i trader potrebbero utilizzare queste rette per poter orientare i propri comportamenti di investimento. In linea di massima, è opportuno – una volta fissate adeguatamente le soglie di supporto e resistenza – cercare di monitorare l’andamento del mercato per verificare l’avvicinamento del prezzo a tali limiti e, di conseguenza, come si comporta il valore di mercato nelle loro prossimità. In questo modo l’investitore riuscirà a ottenere importanti segnali operativi che indicheranno lui se acquistare o vendere lo strumento finanziario che si sta analizzando.

Il perché è abbastanza semplice da riscontrare su piano teorico, ma non sempre da verificare su quello pratico: resistenze e supporti identificano infatti dei livelli che gli investitori tendono a rispettare (per lo meno, sulla base di quanto si è potuto analizzare nel recente passato del grafico) e per questo motivo il prezzo dell’asset prescelto diventa più prevedibile nella loro prossimità.

Naturalmente, non tutto è così semplice, visto e considerato che i livelli di supporto e di resistenza non sono destinati a durare per sempre e, pertanto, a un certo punto capita che il mercato riesca a rompere gli indugi e superarli al ribasso o al rialzo. A quel punto bisognerà aggiornare i propri supporti e le proprie resistenze, traendo nuovi spunti dal grafico in formazione.

E voi che ne pensate? Avete mai investito guardando ai supporti e alle resistenze o non avete mai avuto modo di confrontarvi con questi importanti indicatori?

0 comments

Leave a reply